Santarcangelo, stanati mentre rubano al bar: arrestati tre stranieri

Santarcangelo, stanati mentre rubano al bar: arrestati tre stranieri

Santarcangelo, stanati mentre rubano al bar: arrestati tre stranieri

SANTARCANGELO - I Carabinieri li hanno sorpresi nel bel mezzo di un furto in un bar. Tre giovani, due albanesi ed un macedone, tutti nullafacenti, sono stati arrestati nel cuore della nottata tra martedì e mercoledì dai Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Rimini con l'accusa di furto aggravato in concorso. Erano circa le 4 quando i militari, nel corso di un servizio di pattugliamento, hanno sorpreso i tre in azione al bar "Dell'Arco" di via Pascoli.

 

Secondo quanto ricostruito, il terzetto è riuscito ad entrare dalla finestra del bagno dopo aver scassinato l'inferriata. Quindi hanno puntato dritto ai videogames, estraendo le cassette porta monete contenti in totale 900 euro. Non contenti hanno portato via dal cassetto del bancone anche ricariche telefoniche e biglietti per autobus per un valore di 400 euro. Vistiti scoperti, i ladri hanno provato a dileguarsi in fretta e furia a piedi.

 

H.H., albanese di 25 anni, ed un coetaneo di nazionalità macedone, I.S. le sue iniziali, entrambi domiciliati a Rimini, sono stati i primi ad esser bloccati. La cattura però è stata tutt'altro che semplice, poiché hanno reagito, colpendo i militari con calci. I.S., inoltre, ha provato anche a scavalcare un muro di recinzione, procurandosi lesioni ad entrambe le mani che i sanitari del pronto soccorso di Santarcangelo hanno giudicato guaribili in otto giorni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'altro componente della banda, K.S., 25enne albanese, domiciliato a Polverigi (Ancona), non ha opposto resistenza. Nessun carabiniere ha riportato lesioni. I tre saranno processati per direttissima giovedì mattina davanti al tribunale di Rimini. I primi due dovranno rispondere anche dell'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al proprietario del bar.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -