Sarah Scazzi, colpo di scena: zio Michele scagiona Sabrina

Sarah Scazzi, colpo di scena: zio Michele scagiona Sabrina

Sarah Scazzi, colpo di scena: zio Michele scagiona Sabrina

TARANTO - Nuovo colpo di scena sul giallo di Avetrana. Michele Misseri, in carcere dal 7 ottobre scorso, ha scagionato dall'accusa di aver strangolato la nipote Sarah Scazzi il 26 agosto scorso la figlia Sabrina, in carcere dal 15 ottobre dopo esser stata chiamata in correità dal padre. Nelle due lettere che il contadino ha scritto alla figlia alla vigilia di Natale ci sarebbe più di un elemento per scagionare la giovane di 22 anni, alla quale il padre ha chiesto scusa.

 

Secondo la difesa di Sabrina le due lettere potrebbero aprire nuovi scenari nell'inchiesta. Tali sono state poi consegnati ai magistrati che indagano sull'omicidio. Nelle lettere Misseri ha cambiato ancora una volta versione dei fatti, senza però fare nomi di altre persone che avrebbero partecipato all'omicidio. Durante l'interrogatorio, durato circa un'ora e mezzo, l'indagato ha riconosciuto come sue le lettere.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -