Sarah Scazzi, Cosima e Sabrina restano in carcere

Sarah Scazzi, Cosima e Sabrina restano in carcere

Sarah Scazzi, Cosima e Sabrina restano in carcere

TARANTO - Cosima Serrano e la figlia Sabrina Misseri, accusate di concorso in omicidio e soppressione di cadavere nell'ambito dell'omicidio di Sarah Scazzi, restano in carcere. E' quanto hanno stabilito i giudici del tribunale del Riesame di Taranto, . Le motivazioni saranno rese note nell'arco di 30 giorni. Sia i difensori di Cosima che i legali di Sabrina hanno già preannunciato ricorso in Cassazione.

 

Martedì lo stesso Tribunale, in diversa composizione, dovrà decidere a proposito del ricorso presentato dalla Procura della Repubblica per la mancata formulazione dell'accusa di sequestro di persona a carico di Cosima.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo le indagini continuano. Lunedì prossimo a Duisburg, sarà ascoltata per rogatoria Vanessa Cerra, l'ex commessa alla quale il fioraio Buccolieri raccontò di aver visto in strada Cosima il 26 agosto scorso, giorno del delitto di Sarah. Insieme al magistrato tedesco, ci saranno il procuratore aggiunto di Taranto, Pietro Argentino, e un ufficiale dei carabinieri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -