Sarah Scazzi, Cosima e Valentina Misseri d'urgenza in caserma

Sarah Scazzi, Cosima e Valentina Misseri d'urgenza in caserma

Sarah Scazzi, Cosima e Valentina Misseri d'urgenza in caserma

AVETRANA (Taranto) - Cosima Serrano e Valentina Misseri, moglie e figlia di Michele - lo zio di Sarah Scazzi accusato insieme alla secondogenita Sabrina dell'omicidio di Sarah Scazzi - sono state convocate per un interrogatorio d'urgenza presso la stazione dei Carabinieri di Avetrana. Venerdì pomeriggio, intorno alle 18.30, una pattuglia dell'Arma si è recata a casa Misseri in via Deledda per notificare un atto, la cui natura non è ancora chiara, a Valentina e Cosima Misseri.

 

Subito dopo le due donne, accompagnate dalla sorella Emma, sono uscite e si sono recate presso la stazione di Avetrana. Dopo circa un'ora hanno lasciato la caserma. Giovedì è stata a lungo ascoltata la mamma della giovane, Concetta Serrano Spagnolo, dal procuratore aggiunto di Taranto, Piero Argentino, e dal sostituto Mariano Buccoliero, che stanno ancora approfondendo le ultime ore di Sarah in quel 26 agosto, quando venne uccisa. A quanto pare la madre della vittima ha detto agli inquirenti di non credere al movente delle molestie.

 

Secondo la mamma di Sarah è credile la versione in cui Michele Misseri accusa Sabrina. Si attendono inoltre gli esiti degli accertamenti del Ris di Roma, in particolare sul telefonino di Sarah e sul bagagliaio della ‘Seat Marbella' con la quale Misseri avrebbe trasportato il corpo della nipote per poi seppellirlo in un pozzetto di raccolta delle acque piovane, in un fondo a pochi chilometri da Avetrana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -