Sarah Scazzi, Cosima vicino al pozzo il giorno dopo il delitto?

Sarah Scazzi, Cosima vicino al pozzo il giorno dopo il delitto?

Sarah Scazzi, Cosima vicino al pozzo il giorno dopo il delitto?

AVETRANA (Taranto) - Si arricchisce di un nuovo giallo l'omicidio di Sarah Scazzi. Secondo quanto riportato da "La Gazzetta del Mezzogiorno" l'indomani della morte della quindicenne di Avetrana il telefonino di Cosima Serrano, la moglie di Michele Misseri e madre di Sabrina, ha agganciato la cella telefonica che copre la campagne in contrada ‘Mosca, dove il marito il 26 agosto subito dopo la morte della nipote aveva provveduto a seppellire il cadavere.

 

Il quotidiano ha precisato inoltre che Misseri mentre stava nascondendo il corpo (tra le 15.00 e le 15.30) per due volte parlò al telefono. La prima volta Sabrina e la seconda con Cosima. E in entrambi casi il suo telefonino agganciò la cella 40035, la stessa agganciata l'indomani dal cellulare della moglie. "La Gazzetta del Mezzogiorno" ha inoltre sottolineato che in quella campagna Cosima non si recò per motivi di lavoro perché fino alle 10 era stata in casa. E dalle 11 in poi rientrò nella sua abitazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -