Sarah Scazzi, gli avvocati Russo e Velletri lasciano la difesa di Sabrina

Sarah Scazzi, gli avvocati Russo e Velletri lasciano la difesa di Sabrina

Sarah Scazzi, gli avvocati Russo e Velletri lasciano la difesa di Sabrina

TARANTO - Vito Russo, indagato dalla Procura di Taranto con l'accusa di tentato favoreggiamento personale, intralcio alla giustizia e soppressione di atti veri, in relazione all'inchiesta sul delitto della quindicenne Sarah Scazzi, ha rinunciato al mandato difensivo per Sabrina Misseri, la ventitreenne di Avetrana accusata dell'omicidio della cugina. Con lui ha lasciato anche la moglie Emilia Velletri. Resta come difensore di fiducia l'avvocato Franco Coppi.

 

L'avvocato Russo è stato sospeso il 2 marzo scorso per due mesi dall'attività professionale con ordinanza del gip del Tribunale di Taranto Martino Rosati. Nel frattempo continuano le indagini degli inquirenti. Lunedì mattina è stata ascoltata una persona informata sui fatti, gia' ascoltata nei primi giorni di dicembre. Si tratta di un uomo che il pomeriggio del 26 agosto era in auto, perchè doveva accompagnare la moglie e la cognata in un ufficio di un legale.

 

Il teste riferì di aver visto o sentito un'automobile  in una strada parallela a via Deledda la casa nella quale presumibilmente avvenne il delitto. L'interrogatorio serve a precisare alcune circostanze anche in vista dell'udienza di martedì del Tribunale del Riesame di Taranto che dovrà stabilire sulle richieste di scarcerazione di Carmine Misseri e Cosimo Cosma, fratello e nipote di Michele Misseri, arrestati il 23 febbraio con l'accusa di concorso in soppressione di cadavere.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -