Sarah Scazzi, i giudici: Sabrina può inquinare le prove

Sarah Scazzi, i giudici: Sabrina può inquinare le prove

Sarah Scazzi, i giudici: Sabrina può inquinare le prove

TARANTO - Sono state depositate lunedì le motivazioni con le quali il Tribunale del Riesame di Taranto, presieduto dal Alessandro De Tommasi, ha respinto la richiesta di scarcerazione dei difensori di Sabrina Misseri, accusata di aver ucciso la cugina Sarah Scazzi. I giudici, secondo quanto trapelato dall'agenzia di stampa Apcom, avrebbero sostenuto nelle motivazioni che Sabrina potrebbe ancora inquinare le prove.

 

Nel frattempo la Procura di Taranto non sta valutando di chiedere della misura carceraria per Michele Misseri. Lo si apprende da fonti inquirenti. Il 57enne, oltre che del delitto di Sarah e della violenza sessuale ai danni della giovane, è accusato anche di sottrazione e occultamente di cadavere. Per il primo reato è prevista la misura detentiva, per il secondo no.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -