Sarah Scazzi, i giudici: ''Sabrina ha ucciso per gelosia''

Sarah Scazzi, i giudici: ''Sabrina ha ucciso per gelosia''

Sarah Scazzi, i giudici: ''Sabrina ha ucciso per gelosia''

TARANTO - I giudici del Riesame di Taranto hanno ben chiaro il movente dell'omicidio di Sarah Scazzi: la gelosia della cugina Sabrina Misseri nei confronti di Ivano Russo. Secondo i giudici l'estetista di 22 anni ha ucciso Sarah tra le "14:28:26 (quando la quindicenne ha fatto lo squillo di conferma che stava per arrivare nell'abitazione di via Deledda, ndr) e le 14:35:37" quando Sabrina ha risposto ad un sms dell'amica Cimino che ha ricevuto alle 14:31 e 44 secondi.

 

Il movente della gelosia, spiegano i giudici Massimo De Michele, Alessandro De Tomasi e Benedetto Ruberto nelle 54 pagine di motivazioni con le quali hanno spiegato il perché Sabrina deve rimanere in carcere. è avvalorato anche dai racconti dei testimoni ma soprattutto dal diario della stessa Sarah, che la cugina aveva tenuto nascosto agli inquirenti per alcuni giorni.

 

La mattina del 26 agosto, poco prima delle morte, Sarah scrisse nel suo diario che la sera prima aveva trascorso una serata in birreria con Sabrina e Mariangela è che la cugina era arrabbiata perché "dice ke quando c´è Ivano sto smp con lui, e ti credo almeno lui mi coccola a differenza sua, potexi avere 1 fidanzato così! Mah, vabbè tanto ci sono abituata...".

 

Un mese prima, il 27 luglio, Sarah raccontava: "in questo periodo sono molto legata ad 1 ragazzo che ha 27 anni, io ne ho solo 15 ma lui è dolcissimo con me e mi coccola sempre, si chiama Ivano, e lui piace anche a mia cugina Sabrina (...)".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -