Sarah Scazzi, il gip: ''Attendibile la versione di Michele Misseri''

Sarah Scazzi, il gip: ''Attendibile la versione di Michele Misseri''

Sarah Scazzi, il gip: ''Attendibile la versione di Michele Misseri''

AVETRANA (Taranto) - L'ultima ricostruzione dell'omicidio di Sarah Scazzi fornita da Michele Misseri è considerata dal gip credibile. Ecco spiegato il perché Sabrina Misseri, figlia dell'agricoltore di 57 anni (reo confesso dell'omicidio della quindicenne di Avetrana), resta in carcere. Il giudice per le indagini preliminari Martino Rosati ha convalidato giovedì mattina l'arresto di Sabrina, sospettata di avere partecipato all'omicidio della cugina.

 

Il gip ha stilato un'ordinanza di 21 pagine nelle quali ha confermato in pieno l'impianto accusatorio messo in piedi dagli investigatori e dalla procura della Repubblica di Taranto. Quella di Sabrina, accusata di concorso in omicidio volontario e sequestro di persona, è stata una "azione cruenta, protrattasi per lungo tempo fino a che Sarah non è caduta al suolo". La ventiduenne, ha continuato il gip, "l'ha tenuta ferma impedendole di muoversi".

 

Si tratta, ha precisato Rosati, "di un deciso contributo agevolatore dell'evento delittuoso". Confermato che l'omicidio è stato commesso nel garage della villetta di via Grazia Deledda. Cosima Serrano, moglie di Michele Misseri e madre di Sabrina, avrebbe invece, secondo il gip, coperto i familiari responsabili. Anche per il giudice, dunque, i sospetti della Procura sul ruolo della mamma di Sabrina, che per il momento non è indagata, sono fondati.

 

Il delitto si è consumato "in tre momenti", ha scritto il gip, spiegando che vi era "la volontà di realizzare l'evento delittuoso, la consapevolezza di tutti i concorrenti" e "la coscienza e la volontà di contribuire al verificarsi del reato". Per il giudice, dunque, l'omicidio di Sarah è stata "un'azione preordinata più grave di quella programmata". Ora gli avvocati di Sabrina hanno 10 giorni di tempo per un ricorso al Tribunale del riesame.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -