Sarah Scazzi, il processo. Misseri non riconosce la sua Sabrina

Sarah Scazzi, il processo. Misseri non riconosce la sua Sabrina

Sarah Scazzi, il processo. Misseri non riconosce la sua Sabrina

TARANTO - Michele Misseri, imputato nel processo per l'omicidio della nipote Sarah Scazzi con l'accusa di concorso in soppressione di cadavere, ha incrociato lunedì mattina lo sguardo della figlia Sabrina e della moglie Cosima Serrano, le principali imputate per il delitto della quindicenne di Avetrana. "Sabrina inon l'ho riconosciuta, l'ho trovata dimagrita - ha detto il contadino al Tg5 -. Se l'avessi incontrata in mezzo alla strada non l`avrei riconosciuta".

 

"Ho visto Concetta - ha continuato -. Volevo dirle qualcosa ma non ci sono riuscito. C'è stata un'emozione fortissima perché mi è venuto da piangere. La volevo abbracciare però non è stato possibile. Ci siamo guardati con la coda dell'occhio".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -