Sarah Scazzi, il turismo dell'orrore non si ferma

Sarah Scazzi, il turismo dell'orrore non si ferma

Sarah Scazzi, il turismo dell'orrore non si ferma

AVETRANA (Taranto) - Nuovo assalto di turisti ad Avetrana. Un fenomeno innescato dalla grande attenzione dei media provocata dall'omicidio di Sarah Scazzi, la quindicenne uccisa lo scorso 26 agosto e per il quale da tempo sono in carcere lo zio Michele Misseri, reo confesso, e sua figlia Sabrina con le accuse di sequestro di persona e omicidio. Contrariamente a domenica scorsa il sindaco Mario De Marco ha annunciato che non sarà chiusa via Grazia Deledda.

 

Lì si trova infatti la villetta dei Misseri, dove Sarah è stata uccisa. Il primo cittadino ha constatato come le contromisure non fanno altro che stimolare l'esodo dei curiosi, a caccia di una foto ricordo davanti al luogo dell'orrore. De Marco ha comunque garantito che la Polizia Municipale è pronta ad intervenire in caso di una massiccia invasione di turisti. Intanto è già realtà l'associazione "Sarah per sempre", che raccoglierà i fondi per un canile intitolato alla memoria della quindicenne.

 

Il sindaco De Marco, e la madre di Sarah, Concetta Serrano Spagnolo, presidente dell'associazione, hanno aperto un conto corrente finalizzato alla raccolta di fondi da devolvere per la costruzione di un canile comunale. Sarà un centro zooantropologico per la stabulazione temporanea, la 'microchippatura' e la sterilizzazione di randagi, da reimmettere in libertà sul territorio in condiizione di igiene. Verrà così realizzato uno dei desideri della piccola Sarah.

 

Il Comune ha patrocinato l'associazione. Le coordinate bancarie del conto corrente sono state pubblicate sul sito internet del Comune di Avetrana all'indirizzo https://www.comune.avetrana.ta.it.Il canile dovrebbe nascere in una cava dimessa tra Avetrana e Salice, su un terreno di proprietà comunale. Il progetto, approntato dall'ingegnere Antonio Cavallone, prevede duecento posti per i randagi della zona.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -