Sarah Scazzi, iniziati gli accertamenti dei Ris sui reperti

Sarah Scazzi, iniziati gli accertamenti dei Ris sui reperti

Sarah Scazzi, iniziati gli accertamenti dei Ris sui reperti

ROMA - Sono cominciati nella sede del Ris dei Carabinieri di Roma gli accertamenti tecnici sui reperti relativi al delitto di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana, uccisa lo scorso 26 agosto dallo zio Michele Misseri (reo confesso) e, secondo le attuali indagini degli inquirenti, da sua figlia Sabrina. Quelle di oggi sono accertamenti irrepetibili. Gli uomini dell'Arma analizzeranno in particolar il cellulare della vittima, dove sono state rinvenute più impronte.

 

Agli esami partecipano anche gli avvocati e i consulenti tecnici, dei due indagati e della famiglia Scazzi. Quest'ultima, tramite gli avvocati Walter Biscotti e Nicodemo Gentile ha nominato l'ex comandante del Ris di Parma, il generale Luciano Garofano. "E' una giornata importante e molto particolare perchè alle indagini particolari si aggiungeranno quelle scientifiche dei Ris, e quindi ci saranno i primi riscontri fondamentali", ha detto l'avvocato Walter Biscotti, legale della famiglia Scazzi.

 

Biscotti ha anche aggiunto che sul tavolo del gip potrebbe esserci "solo la richiesta della perizia psichiatrica e dell'incidente probatorio formulata dal legale di Michele Misseri, Daniele Galoppa, ma credo che nei prossimi giorni ne arriveranno anche altre".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -