Sarah Scazzi, l'ultimo pasto alle 13. Cambia l'ora del delitto?

Sarah Scazzi, l'ultimo pasto alle 13. Cambia l'ora del delitto?

Sarah Scazzi, l'ultimo pasto alle 13. Cambia l'ora del delitto?

AVETRANA - Sarah Scazzi potrebbe esser stata uccisa tra le 14.10 e le 14.23 di quel pomeriggio del 26 agosto. E' l'ipotesi investigativa sulla quale stanno lavorando gli inquirenti che indagano da oltre tre mesi sulla morte della quindicenne di Avetrana. Il procuratore aggiunto Pietro Argentino e il sostituto Mariano Buccoliero hanno chiesto un'integrazione della perizia autoptica al professor Luigi Strada, il medico legale incaricato dalla Procura che ha effettuato l'autopsia sul corpo di Sarah.

 

Le ultime indiscrezioni sono riportate da "La Gazzetta del Mezzogiorno". La quindicenne, ha spiegato la madre Concetta Serrano ai Carabinieri, quella mattina era andata a fare la spesa con il padre Giacomo, rientrando a casa intorno alle 13. La circostanza è stata confermata dall'orario di scontrino del market. Prima di uscire Sarah ha mangiato un cordon bleu velocemente perché sarebbe dovuta andare al mare con la cugina Sabrina Misseri e con l'amica Mariangela Spagnoletti.

 

Nello stomaco di Sarah non sono stati trovati pezzi di cibo. Ma c'era del liquido. Probabilmente residui del pasto consumato in tutta fretta. Tra il pranzo e il delitto sarebbero trascorsi tra i 70 e gli 80 minuti. Sarah sarebbe uscita di casa pochi minuti dopo le 14.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -