Sarah Scazzi, la cugina Sabrina portata via incappucciata in Procura

Sarah Scazzi, la cugina Sabrina portata via incappucciata in Procura

Sarah Scazzi, la cugina Sabrina portata via incappucciata in Procura

AVETRANA (Taranto) - Improvvisa accelerata nelle indagini sull'omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana uccisa il 26 agosto scorso dallo zio Michele Misseri (reo confesso). I Carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica di Taranto Mariano Buccolieri, hanno effettuato venerdì mattina un sopralluogo dove è stata assassinata la ragazzina, ovvero nella cantina-garage di casa Misseri. Alle operazioni era presente anche l'omicida.

 

L'uomo, assistito dall'avvocato di fiducia Daniele Galloppa, è stato prelevato all'alba dal carcere e condotto nella sua abitazione di via Deledda. Quando Misseri ha lasciato l'abitazione alcune decine di persone che si trovavano fuori hanno cominciato a gridargli contro frasi offensive. Misseri è stato poi portato nei pressi del pozzo dove ha fatto ritrovare il cadavere della nipote lo scorso 7 ottobre . Sul posto i Carabinieri del Ris di Roma e quelli del reparto operativo di Taranto.

 

Sabrina Misseri, la cugina della ragazza, è stata portata in Procura come "persona informata dei fatti". La giovane è stata portata via incappucciata dalla casa di via Deledda. Anche l'avvocato Vito Russo di Taranto, amico della ragazza, si sta recando presso la Procura della Repubblica di Taranto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -