Sarah Scazzi, la cugina Sabrina: ''Non pensavo di aver un orco in casa''

Sarah Scazzi, la cugina Sabrina: ''Non pensavo di aver un orco in casa''

Sarah Scazzi, la cugina Sabrina: ''Non pensavo di aver un orco in casa''

AVETRANA (Taranto) - "Ho pensato a tante ipotesi, ma mai che potesse essere mio padre". E' sotto shock Sabrina Misseri, cugina di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana uccisa il 26 agosto scorso dallo zio Michele Misseri. Parlando ai microfoni del Tg5 la giovane ha precisato che sia lei che la madre Cosima Spagnolo non hanno nulla a che fare con l'omicidio. "Non siamo complici".

 

Sabrina ha spiegato che quel maledetto 26 agosto aveva chiesto al padre se aveva visto Sarah: "Lui mi ha detto di no - ha detto la ragazza -. Era fuori dalla cantina, non so però se Sarah era ancora là dentro". La giovane vorrebbe incontrare il padre per capire "che gli è venuto in mente in quel momento".

 

La cugina di Sarah ha inoltre affermato di non aver mai avuto dubbi sul padre: "Ho abboccato a tutto quello che mi ha detto, ci ha preso in giro per 42 giorni, non pensavo di avere l'orco in casa". Quindi ha chiarito perché non aveva mai sospettato del padre: "Non aveva mai fatto apprezzamenti su Sarah, non potevamo mai pensare quello che sarebbe successo. Non pensavo di aver un assassino in casa".

 

Incredulo anche Claudio Scazzi, fratello di Sarah. Riferendosi allo zio ha evidenziato che non avrebbe mai "scommesso un milione di euro che non poteva essere stato lui". Intervenuto a "La vita in diretta" il fratello della vittima ha spiegato che per tutti quelli della famiglia "era impensabile che mio zio potesse fare una cosa del genere. Non c'è mai stato un segnale, mai indizi per immaginare una cosa del genere".

 

Il giovane auspicava in un allontanamento volontario della sorella. "Credevo in una fuga" invece la madre "aveva intuito la verità", dato che aveva sempre sostenuto che la figlia non si sarebbe mai allontanata volontariamente. Scazzi ha anche raccontato che la sorella si era lamentata con la cugina Sabrina di alcuni atteggiamenti dello zio Michele nei suoi confronti.

 

"Avevano litigato proprio su questo - ha rilevato -. Se l'avesse detto a noi e non alla cugina, non saremmo certo stati con le mani in mano". "L'unica cosa che dovrebbe fare quell'uomo - ha poi concluso duramente - è suicidarsi. In qualunque modo, basta che la faccia finita".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -