Sarah Scazzi, la difesa di Sabrina deposita ricorso al Riesame

Sarah Scazzi, la difesa di Sabrina deposita ricorso al Riesame

Sarah Scazzi, la difesa di Sabrina deposita ricorso al Riesame

AVETRANA (Taranto) - E' iniziata la settimana probabilmente decisiva per le indagini sulla morte di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana uccisa il 26 agosto e per il quale da tempo sono in carcere lo zio Michele Misseri, reo confesso, e sua figlia Sabrina con le accuse di sequestro di persona e omicidio. Gli avvocati difensori della ragazza, Vito Russo e Emilia Velletri, hanno depositato ricorso al tribunale del Riesame di Taranto per far scarcerare la ventiduenne.

 

I legali hanno anche consegnato alla Procura una memoria contenente dichiarazioni della sorella di Sabrina, Valentina. A quanto pare Michele Misseri avrebbe rivelato alla figlia Valentina la sua intenzione di ritrattare nuovamente la confessione sulla morte di Sarah, tirando fuori dalla vicenda la figlia minore, Sabrina. Solo mercoledì scorso Valentina Misseri aveva annunciato che il padre le aveva fatto delle rilevazioni clamorose di cui ne avrebbe parlato con gli inquirenti.

 

Non è escluso che il pm Mariano Buccoliero martedì mattina presenti al Gip del Tribunale di Taranto, Martino Rosati, la richiesta di incidente probatorio per ascoltare Michele Misseri. L'agricoltore di 57, tramite il suo avvocato d'ufficio Daniele Galoppa, ha fatto sapere giorni fa di voler ritrattare la sua confessione, in particolar quella riguardante lo stupro del cadavere della 15enne, tra l'altro smentito venerdì dal primo esito degli esami dei Ris di Roma.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -