Sarah Scazzi, le molestie sarebbero iniziate a metà agosto

Sarah Scazzi, le molestie sarebbero iniziate a metà agosto

Sarah Scazzi, le molestie sarebbero iniziate a metà agosto

AVETRANA (Taranto) - Michele Misseri, l'agricoltore di 57 anni in carcere per aver ucciso la nipote Sarah Scazzi, ha confessato davanti al gip di Taranto di aver cominciato a molestare l'adolescente intorno alla metà di agosto. Per almeno due volte lo zio avrebbe cercato delle avance verso la 15enne, regalandole dei soldi. Questo particolare, a quanto pare, Sarah avrebbe raccontato alla madre. Misseri ha poi ricostruito quanto accaduto quel maledetto 26 agosto.

 

La vittima aveva appuntamento con la cugina Sabrina e con una loro amica per andare al mare. L'uomo ha affermato di aver visto Sarah avvicinarsi alla cantina, invitandola ad entrare. Quindi ha cominciato a toccarla, provocando la reazione della nipote. A quel punto l'uomo, in preda ad un raptus, ha poi preso una fune, strangolandola. Ma il gip vuole chiarire se i familiari dell'uomo sapessero qualcosa. C'è da chiarire se Sarah si sia lamentata con la cugina del comportamento dello zio.

 

Il gip Martino Rosati ha convalidato il fermo, lasciando il 57enne in isolamento e senza possibilità di colloquio con i familiari, perché, spiega il giudice, "sarebbe elevatissimo il rischio di concertazioni di difese posticce e fuorvianti". In un'intervista al Tg5 le due figlie di Misseri, Sabrina e Valentina, hanno ribadito la loro estraneità ai fatti. Sabrina ha affermato di non sapere nulla, altrimenti sarebbe "andata subito a sgridare mio padre".

 

Lunedì, intanto, l'avvocato di Michele Misseri, Daniele Galoppa, chiederà che il suo cliente sia sottoposto a perizia psichiatrica per stabilire la sua capacità di intendere e di volere.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mauro46
    mauro46

    Se fossi il detective di un poliziesco americano, col telefonino della defunta che suona nel garage sottostante alla telefonata di Sabrina, con me la cugina non avrebbe scampo.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -