Sarah Scazzi, lo zio: ''L'avevo già toccata''

Sarah Scazzi, lo zio: ''L'avevo già toccata''

Sarah Scazzi, lo zio: ''L'avevo già toccata''

AVETRANA (Taranto) - "L'avevo già toccata un'altra volta". Lo ha confessato Michele Misseri, il contadino di 57 anni che il 26 agosto scorso ha brutalmente assassinato la nipote Sarah Scazzi di 15 anni, durante l'udienza di convalida del fermo disposto nei suoi confronti davanti al gip di Taranto. L'ammissione, che è stata riferita dall'avvocato di Misseri, Daniele Galoppa, conferma l'ipotesi che la povera ragazza avesse raccontato a qualcuno delle molestie subite.

 

L'ipotesi è stata sostenuta anche dal fratello Claudio, secondo il quale la quindicenne, il giorno prima di scomparire, si era lamentata con la cugina Sabrina dell'atteggiamento dello zio Michele. Tuttavia la ragazza ha sempre negato. Misseri si trova detenuto in isolamento in una cella del carcere di Taranto. Le accuse sono di omicidio volontario, sequestro di persona e occultamento di cadavere, anche il reato di vilipendio di cadavere.

 

Quest'ultimo capo d'imputazione è legata alla violenza sessuale che l'uomo ha raccontato agli investigatori di aver compiuto dopo che aveva già assassinato la nipote strangolandola. Il medico legale Luigi Strada, direttore dell'istituto di Medicina legale dell'Università di Bari, ha dimostrato alcuni prelievi e tamponi per chiarire l'aspetto della violenza sessuale.

 

Durissima l'accoglienza dei detenuti alla vista dell'agricoltore. Vicino alle sbarre e gridandogli hanno gridato "bastardo", "devi morire", "ammazzatelo", "datelo a noi". Misseri da quando è in carcere non mangia e a tratti piange, pronunciando frasi sconnesse. In alcuni casi ha manifestato l'intenzione di togliersi la vita. Per il 57enne è stata disposta la vigilanza a vista con due-tre agenti per ogni turno che hanno avuto il compito di controllare l'uomo in ogni suo movimento, 24 ore su 24.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Francesco869
    Francesco869

    Non ci sono parole che possano descrivere l'orrore e la violenza che ti hanno fatto: riposa in pace dolce fanciulla.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -