Sarah Scazzi, mamma Concetta accetta le scuse di Corona

Sarah Scazzi, mamma Concetta accetta le scuse di Corona

Sarah Scazzi, mamma Concetta accetta le scuse di Corona

ROMA - Fabrizio Corona ha chiesto scusa a Concetta Serrano Spagnolo per esser introdotto da una finestra in casa della signora, spaventandola. La mamma di Sarah Scazzi, la 15enne uccisa il 26 agosto scorso, ha accettato le scuse del fotografo, rendendole note attraverso il proprio avvocato. "Chi commette errori anche gravi, ma ha il coraggio e la disponibilità di ammetterlo pubblicamente, questo gesto deve essere comunque apprezzato. Le scuse di fatto sono accettate", ha detto il legale.

 

Il videomessaggio di Corona è stato trasmesso da ‘Domenica Cinque'. "Non volevo fare niente di male, cercavo di parlarti, e sono pronto a prendermi le mie responsabilità per ciò che è accaduto - ha detto Corona -. Ho suonato alla porta, poi mi sono avvicinato all'altra entrata e quasi non mi sono reso conto di essere già in casa tua. In un primo momento hai avuto paura, lo so che ti sei spaventata, ma poi abbiamo parlato a lungo, abbiamo chiacchierato del più e del meno, anche di Belen".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Corona ha evidenziato che le cose non sono andate come riportate dai giornali e che non avrebbe mai voluto, anche involontariamente, fare del male alla mamma di Sarah. "Quello che conta adesso è che tu possa tornare a stare bene e soprattutto, che accetti le mie scuse, indipendentemente o meno dal fatto che io debba pagare comunque per il mio errore, anche perché solo così, Concetta, potrò tornare a guardare negli occhi anche la mia di madre", ha sottolineato il fotografo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -