Sarah Scazzi, mamma Concetta e papà Giacomo al pozzo dell'orrore

Sarah Scazzi, mamma Concetta e papà Giacomo al pozzo dell'orrore

Sarah Scazzi, mamma Concetta e papà Giacomo al pozzo dell'orrore

AVETRANA (Taranto) - Mamma Concetta e papà Giacomo si sono recati per la prima volta nel terreno dove si trova il pozzetto di raccolta delle acque piovane dove, nella notte tra il 6 e il 7 ottobre scorsi, è stato trovato il cadavere della loro figlia Sarah. Ad accompagnarli sul luogo dove è stato nascosto per 42 giorni il corpo della quindicenne c'era l'avvocato legale Nicodemo Gentile. L'avvocato ha affermato che la famiglia Scazzi è sconvolta.

 

Gentile ha anche affermato che la madre di Sarah "è consapevole che c'è un coinvolgimento di Sabrina e che potrebbe esserci un coinvolgimento della sorella, ma prima di parlare vogliono vedere come procedono le indagini". Sabrina Misseri e il padre Misseri si trovano in carcere a Taranto. La giovane ha chiesto ai suo avvocati un libro per sorridere e distrarsi. "Le ho portato il libro "Cado dalle nubi" per farle tirare su il morare", ha affermato l'avvocato Emilia Velletri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -