Sarah Scazzi, Misseri choc: ''L'ha uccisa solo Sabrina''

Sarah Scazzi, Misseri choc: ''L'ha uccisa solo Sabrina''

Sarah Scazzi, Misseri choc: ''L'ha uccisa solo Sabrina''

AVETRANA (Taranto) - Sarah Scazzi sarebbe stata uccisa solo dalla cugina Sabrina Misseri, accecata dalla gelosia perché la quindicenne le aveva rubato le attenzioni di Ivano Russo, il ragazzo di cui era innamorata. Venerdì pomeriggio Michele Misseri, l'agricoltore di 57 anni che nella notte tra il 6 e il 7 ottobre si è addossato tutte le responsabilità sull'omicidio della nipote, ha completamente rivisto cosa è avvenuto quel pomeriggio del 26 agosto scorso.

 

Con la settima versione fornita agli inquirenti, Michele Misseri ha deciso di togliersi i vestiti del mostro e di assumere quella di un padre aveva cercato di salvare la figlia dall'ergastolo, addossandosi ogni colpa. Misseri venerdì mattina ha incontrato in carcere il suo avvocato, Daniele Galoppa, e la criminologa e sua consulente tecnica, Roberta Buzzone. Probabilmente ha trovato il modo di entrare nei nuovi particolari che l'agricoltore di 57 avrebbe poi raccontato per oltre cinque ore davanti agli inquirenti.

 

Nel primo pomeriggio si sono presentati il procuratore aggiunto Pietro Argentino, il pm Mariano Buccoliero il procuratore capo Franco Sebastio, Giovanni Di Blasio, comandante provinciale dei carabinieri di Taranto, e il colonnello Antonio Russo, comandante del reparto operativo. Misseri ha raccontato la nuova verità: ad uccidere Sarah è stata solo Sabrina. Non commise vilipendio sul cadavere. L'unica sua responsabilità è di aver occultato il corpo nel pozzetto in contrada Mosca.

 

Sulla sintesi del racconto mancano ancora molti dettagli. Fondamentali per costruire il resto, ovvero risalire a tutti i responsabili. Altre persone potrebbero essere incriminate, per favoreggiamento o per concorso in occultamento di cadavere. All'uscita del carcere bocche cucite. L'avvocato Galoppa, ha spiegato che di più se ne saprà la prossima settimana. Intervenendo venerdì sera alla trasmissione di Rete 4, ‘Quarto Grado', a cura di Salvo Sottile, l'avvocato d'ufficio dell'agricoltore ha parlato di "rivelazioni clamorose". Alle domande del giornalista, in studio, l'avvocato Galoppa ha spiegato che Misseri "sta benissimo" e "intende andare fino in fondo".

 

Il nuovo interrogatorio del 57enne finirà fra le carte che martedì mattina saranno davanti ai giudici del Riesame. Il quadro ricostruito dal contadino sarà nuovamente messo a confronto con quello descritto dai testimoni, in particolare la ex amica di Sabrina, Mariangela Spagnoletti. Ma c'è un'altra testimonianza che ha certificato il deteriorarsi dei rapporti tra Sabrina e Sarah.

 

Una signora di 43 anni, che quel 26 agosto si recò nella villetta di via Deledda della famiglia Misseri dove un appuntamento con Sabrina per sottoporsi ad una seduta di manicure, ha raccontato ai Carabinieri che appena arrivò a casa di Sabrina, la giovane di casa Misseri chiamò la cugina, chiedendole di raggiungerla nella villetta di via Deledda.

 

La donna ha spiegato che Sarah era triste. Non si può escludere che fosse per il litigio della sera precedente con la cugina Sabrina per le troppe attenzioni che l'amico Ivano le riservava. Sarah e Sabrina parlarono per alcuni minuto in disparte. Quindi, ha riferito la signora, Sarah divenne ancora più cupa. La quindicenne, secondo quanto riferito dalla testimone, cominciò poi a inviare dei sms. Prima di uscire poi Sarah disse alla donna che quel pomeriggio sarebbe andata al mare.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    Quand'è che si mettono le telecamere nella celle della zio Michele e di Cristina per vedere tutto in diretta TV? Non vedo l'ora

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -