Sarah Scazzi, nuove prove contro i parenti di Misseri

Sarah Scazzi, nuove prove contro i parenti di Misseri

Sarah Scazzi, nuove prove contro i parenti di Misseri

TARANTO - Spuntano nuove prove che incastrerebbero Cosimo Cosma e Carmine Misseri, nipote e fratello di Michele con il quale, secondo l'accusa, avrebbero sottratto il cadavere della quindicenne Sarah Scazzi, uccisa ad Avetrana (Taranto) lo scorso 26 agosto. I nuovi elementi sono stati depositati in sede di riesame dai magistrati Mariano Buccoliero e Pietro Argentino che si occupano del giallo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In una conversazione intercettata il 16 novembre scorso, si fa riferimento ad una sorta di ammissione di dichiarazioni false rilasciate agli investigatori per coprirsi a vicenda. "Il contenuto di queste intercettazioni non riguarda responsabilita' dirette del mio cliente", ha affermato l'avvocato Raffaele Missere, al termine dell'udienza del Tribunale del Riesame di Taranto. L'udienza del riesame e' stata aggiornata a giovedì.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -