Sarah Scazzi, omicidio business. Tre inchieste. Interviene il Garante

Sarah Scazzi, omicidio business. Tre inchieste. Interviene il Garante

Sarah Scazzi, omicidio business. Tre inchieste. Interviene il Garante

AVETRANA (Taranto) - L'omicidio di Sarah Scazzi è ora un business. Il Garante per la privacy, Francesco Pizzetti, ha chiesto spiegazioni a Rai, Rti Mediaset, Sky e Telecom circa la diffusione dei verbali e dei file audio degli interrogatori di Michele e Sabrina Misseri, in carcere rispettivamente dal 7 e 15 ottobre per l'omicidio della quindicenne. Il procuratore di Taranto, Franco Sebastio, ha invece aperto un fascicolo per fuga di notizie e ricettazione di atti giudiziari.

 

L'Ordine degli avvocati ascolterà i tre avvocati coinvolti della vicenda cercando di capire se davvero siano stati violati i principi deontologici nella gestione di questo caso. I Carabinieri del Comando provinciale di Taranto hanno effettuato una serie di perquisizione. Tali sono scaturite dall'ultimo episodio di compravendita degli atti giudiziari, documentato nel Tg2 di martedì sera.

 

In onda è andato il tentativo di un consulente di un ufficio legale di vendere al giornalista Rai, Valerio Cataldi, tre fotografie del garage di Misseri per ottomila euro. Sono stati ascoltati tre giornalisti di viale Mazzini. Ad Avetrana sembra esser nato un autentico mercato. E' c'è qualcuno che si è stufato dello scempio che si è creato dietro la morte della ragazzina: "Avetrana non è Hollywood" è la scritta che domina a pochi metri dall'abitazione di Sarah.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -