Sarah Scazzi, quel 'no' di Ivano a Sabrina

Sarah Scazzi, quel 'no' di Ivano a Sabrina

Sarah Scazzi, quel 'no' di Ivano a Sabrina

AVETRANA (Taranto) - Tra i nuovi atti presentati dagli inquirenti al Tribunale del Riesame per ottenere che Sabrina Misseri resti in carcere per l'omicidio della cugina Sarah Scazzi c'è anche l'ultima deposizione (il 20 ottobre) di Ivano Russo, il ragazzo di cui Sarah e Sabrina erano infatuate. Agli inquirenti ha rilevato che Sabrina il 20 agosto tentò di allacciare una relazione con lui. Ma lui non se la sentì. I due si erano appartati in auto alla periferia di Avetrana.

 

Dopo quell'episodio i rapporti tra le due cugine si sarebbero incrinati. Gli investigatori hanno raccolto una serie di elementi che conforterebbero la tesi di un delitto maturato per questioni di gelosia. Discussioni continue tra le due ragazze, anche in pubblico. La mattina del 26 agosto Sabrina avrebbe telefonato la quindicenne invitandola ad andare a casa sua, ma tra le due fu il gelo più assoluto. Alcune testimonianze parlano di come Ivano avesse fatto capire di preferire Sarah a Sabrina.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -