Sarah Scazzi, Sabrina chiamò la cugina solo sei volte

Sarah Scazzi, Sabrina chiamò la cugina solo sei volte

Sarah Scazzi, Sabrina chiamò la cugina solo sei volte

AVETRANA - Una compagna di scuola di Sarah Scazzi, Francesca, e suo padre Donado, sono stati ascoltati nella caserma dei carabinieri di Avetrana dagli inquirenti in riferimento a quanto l'uomo ha raccontato alla trasmissione Pomeriggio cinque, secondo il quale la figlia le aveva confessato che "Sarah aveva paura di Sabrina (Misseri, ndr)". Intanto è emerso che Sabrina, in carcere dal 15 ottobre per il delitto della cugina, avrebbe fatto solo sei telefonate al cellulare della 15enne.

 

Quel 26 agosto l'estetista di 22 anni ha chiamato per la prima volta Sarah alle 14.40 senza ottenere risposte. Due minuti più tardi il cellulare della quindicenne era già spento. La cugina ha riprovato soltanto intorno alle 15 e poi, poco dopo le 17. Per la procura sarebbe una delle tante conferme che lei sapeva già della morte della 15enne. Venerdì mattina si terrà l'incidente probatorio dello zio materno di Sarah, Michele Misseri, in carcere dalla nottata tra il 6 e il 7 ottobre.

 

Giovedì il gip del Tribunale di Taranto Martino Rosati ha compiuto un sopralluogo nel carcere di Taranto per l' organizzazione dell'incidente probatorio. Oltre al contadino di 57 anni e alla figlia Sabrina, che ha chiesto di assistere, prenderanno parte una ventina di persone tra magistrati, avvocati, consulenti di parte e operatori giudiziari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -