Sarah Scazzi, Sabrina dal carcere: ''Mi difenderò con le unghie''

Sarah Scazzi, Sabrina dal carcere: ''Mi difenderò con le unghie''

Sarah Scazzi, Sabrina dal carcere: ''Mi difenderò con le unghie''

AVETRANA - Sabrina Misseri torna a gridare la sua innocenza. E lo fa dal carcere di Taranto, dove si trova detenuta dal 15 ottobre scorso con l'accusa di sequestro di persona e omicidio volontario in concorso con il padre (reo confesso) Michele. Martedì la ventiduenne ha ricevuto la visita di uno dei suoi legali, l'avvocato Vito Russo. "Sono innocente. Mi difenderò con le unghie perché non c'entro nulla con questa storia atroce'', gli ha riferito la ragazza.

 

L'avvocato ha quindi affermato che "Sabrina sta da ‘schifo'" anche se è "seguita molto bene dalla polizia penitenziaria". La giovane trascorre le sue giornate sfogliando riviste anteriori al 26 agosto, data dell'omicidio, o leggendo libri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -