Sarah Scazzi, Sabrina resta in carcere

Sarah Scazzi, Sabrina resta in carcere

Sarah Scazzi, Sabrina resta in carcere

TARANTO - Sabrina Misseri, accusata di aver ucciso la cugina Sarah Scazzi il 26 agosto, resta in carcere. E' quanto ha deciso la Prima sezione penale della Cassazione che ha dichiarato inammissibile il ricorso della difesa della giovane (il professor Franco Coppi con il collega pugliese Nicola Marseglia) contro l'ordinanza confermativa della custodia cautelare del 12 novembre. Sabrina, ha raccontato l'avvocato Marseglia, "alterna momenti di serenità ad altri di depressione totale".

 

La Cassazione ha invece annullato con rinvio, per nuovo esame dal parte del tribunale di Taranto, l'ordinanza emessa dal riesame il 18 gennaio 2011. I giudici hanno accolto la tesi della procura della Cassazione che chiedeva di confermare la custodia cautelare in carcere. Il Pg Giovanni Ponte aveva chiesto ai supremi giudici della I sezione penale di dichiarare "inammissibili" i due ricorsi presentati per la scarcerazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -