Sarah Scazzi, Sabrina: ''Papà ti aiuto?'' Zio Michele: ''No, vattene''

Sarah Scazzi, Sabrina: ''Papà ti aiuto?'' Zio Michele: ''No, vattene''

Sarah Scazzi, Sabrina: ''Papà ti aiuto?'' Zio Michele: ''No, vattene''

AVETRANA - Quando Michele Misseri trovò il corpo senza vita della nipote Sarah Scazzi nel garage dell'abitazione di via Deledda, ci fu un breve colloquio con la figlia Sabrina dopo che quest'ultima aveva avvertito il padre del "guaio" accaduto poco prima. La ventiduenne aveva chiesto al padre se fosse stata d'aiuto, ma il contadino rispose che avrebbe fatto tutto da solo. Il genitore aveva deciso di prendersi tutta la colpa per salvare la figlia.

 

E' quanto avrebbe riferito Misseri nell'incidente probatorio del 19 novembre scorso in carcere dinanzi al gip del tribunale di Taranto Martino Rosati, raccontando le fasi dell'omicidio della nipote.  Nel frattempo il procuratore aggiunto di Taranto, Piero Argentino ed il sostituto Maurizio Carbone ha disposto che è vietato pubblicare o mandare in onda atti, anche stralci di interrogatori, filmati e l'audio degli interrogatori relativi all'indagine sul giallo di Avetrana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -