Sarah Scazzi, si scava nell'alibi di Ivano

Sarah Scazzi, si scava nell'alibi di Ivano

Sarah Scazzi, si scava nell'alibi di Ivano

TARANTO - E' un giallo senza fine quello della morte di Sarah Scazzi. Venerdì il pm Mariano Buccoliero ha voluto approfondire la posizione di Ivano Russo, il giovane al centro di un presunto contrasto tra Sabrina Misseri e la cuginetta. Gli inquirenti sono convinti che Sabrina, accecata dalla gelosia, ha strangolato quel pomeriggio del 26 agosto la povera Sarah. Ivano ha sempre chiarito che quando Sarah veniva uccisa lui stava dormendo. Alibi confermato anche dal fratello.

 

Claudio Russo e la fidanzata sono stati ascoltati venerdì dal pm Buccoliero come persone informate sui fatti e anche i genitori della ragazza. Ma spunta un nuovo elemento che fa supporre che Michele Misseri abbia avuto un complice nell'occultamento di cadavere nelle campagne in zona contrada Mosca. Il fratello del contadino di 57 anni, Carmine Misseri, ha riferito che la moglie di Michele e madre di Sabrina, Cosima, sarebbe andata a trovarlo mostrando due cellulari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -