Sarah Scazzi, spunta un secondo telefonino

Sarah Scazzi, spunta un secondo telefonino

Sarah Scazzi, spunta un secondo telefonino

TARANTO - Spunta un secondo cellulare nel giallo della morte di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana uccisa il 26 agosto scorso. Sul telefono - consegnato agli inquirenti dal fratello di Sarah, Claudio, quando è stato ascoltato durante le festività natalizie - si troverebbero messaggi e telefonate fatte da Sabrina Misseri alla cugina nei giorni precedenti al delitto. Sul contenuto massimo riserbo, però potrebbero esserci dettagli utili alle indagini.

 

Fino ad ora era conosciuta la circostanza che la quindicenne fosse in possesso di più schede sim per cellulari. L'unico cellulare che era stato ritrovato nel corso delle indagini era stato quello semibruciato consegnato da Michele Misseri ai carabinieri il 29 settembre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -