Sarah Scazzi, tornano in libertà fratello e nipote Misseri

Sarah Scazzi, tornano in libertà fratello e nipote Misseri

Sarah Scazzi, tornano in libertà fratello e nipote Misseri

TARANTO - Tornano in libertà Cosimo Cosma e Carmine Misseri, rispettivamente nipote e fratello di Michele Misseri, arrestati il 23 febbraio scorso con l'accusa di concorso in soppressione di cadavere. La decisione del tribunale del riesame di Taranto è arrivata nel tardo pomeriggio di giovedì dopo oltre otto ore di camera di consiglio. L'ordinanza di carcerazione era stata firmata dal giudice per le udienze preliminari Martino Rosati.

 

Il loro arresto era avvenuto a seguito di intercettazioni ambientali da cui, secondo il procuratore aggiunto Pietro Argentino, il sostituto Mariano Buccoliero e il gip Rosati, si evidenziava una loro partecipazione alle fasi successive all'omicidio della quindicenne di Avetrana.

 

Gli avvocati Raffaele e Serena Missere avevano eccepito sulla mancata consegna alla difesa delle intercettazioni ambientali tra Mimino Cosma e la moglie Maria Ferrara depositate dai magistrati direttamente in aula. I legali di Mimino Cosma avevano sollevato la questione della violazione del diritto di difesa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -