Sarah Scazzi, traccia di sangue sullo sdraio di zio Michele

Sarah Scazzi, traccia di sangue sullo sdraio di zio Michele

Sarah Scazzi, traccia di sangue sullo sdraio di zio Michele

E' stata trovata una traccia di sangue sulla sdraio dove Michele Misseri dormiva ormai da tempo. Potrebbe essere una svolta sulle indagini per l'omicidio di Sarah Scazzi. Intanto i Ris continuano ad indagare sull'arma del delitto, dopo che le due corde sono state rinvenute nella campagna dove è stato trovato il corpo. La traccia è stata trovata dai carabinieri dal camice bianco il 15 ottobre scorso. A questa si lega un'impronta rinvenuta sulla Seat Marbella con la quale Misseri ha trasportato il corpo di Sarah.

 

Intanto si attende la decisione del gip sulla richiesta di perizia psichiatrica e incidente probatorio per Michele Misseri, che resta rinchiuso ancora nel carcere di Taranto, sempre in regime di isolamento, guardato a vista giorno e notte. In settimana arriveranno anche i risultati degli esami che decreteranno se sul corpo della giovane sia stata inferta violenza sessuale. Si dovrà invece attendere più a lungo per gli accertamenti sul telefonino e quelli informatici.

 

Lunedì gli interrogatori alle persone informate sui fatti, condotti dai pm Mariano Buccoliero e Pietro Argentino, coadiuvati dagli ufficiali di polizia giudiziaria, durati circa 4 ore, nella caserma dei carabinieri di Avetrana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -