Sarah Scazzi venne aspramente rimproverata da Sabrina la sera prima del delitto

Sarah Scazzi venne aspramente rimproverata da Sabrina la sera prima del delitto

Sarah Scazzi venne aspramente rimproverata da Sabrina la sera prima del delitto

AVETRANA (Taranto) - Sarah Scazzi è stata "aspramente" rimproverata la sera prima della morte dalla cugina Sabrina Misseri. Lo ha scritto nella sua ordinanza di custodia cautelare in carcere per la ventiduenne il gip di Taranto Martino Rosati. Mariangela Spagnoletti ed un'altra testimone, Stefania De Luca, ha spiegato il giudice, hanno affermato agli inquirenti che nella tarda serata del 25 agosto all'interno di un pub di Avetrana le due cugine avevano avuto uno screzio.

 

In particolare Sabrina aveva rimproverato la quindicenne ''per le attenzioni che ella mostrava, probabilmente ricambiata, verso il loro amico Ivano Russo, per il quale l'indagata nutriva forti sentimenti amorosi, a detta di entrambe le dichiaranti''. Secondo le testimonianze, Sabrina avrebbe attaccato Sarah: "'si vende, si vende, lei per due coccole si vende....pure la madre le dice che si vende". Un richiamo che aveva lasciato molto turbato la minorenne, che pianse.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -