Sarah Scazzi, zio Michele aveva un complice?

Sarah Scazzi, zio Michele aveva un complice?

Sarah Scazzi, zio Michele aveva un complice?

TARANTO - Michele Misseri, in carcere dal 7 ottobre per l'omicidio della nipote Sarah Scazzi, non può "comunicare a terzi fatti e circostanze oggetto dell'indagine". E' quanto ha stabilito il pubblico ministero Mariano Buccoliero che sta indagando sul giallo di Avetrana. ". Il rischio è che il contadino possa parlarne con gli avvocati di sua figlia Sabrina, in carcere dal 15 ottobre, che hanno chiesto ai giudici di avere un colloquio con l'uomo per completare le loro indagini.

 

Restano molti punti oscuri nell'omicidio di Sarah. Misseri ha sostenuto durante l'incidente probatorio che Sabrina ha strangolato Sarah e che lui si è occupato di occultare il cadavere. Ma gli inquirenti non escludono che il 57enne possa aver avuto un complice nel nascondere il corpo della quindicenne in zona contrada Mosca. Gli inquirenti puntano così acquisire ulteriori elementi legati al movente dell'omicidio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -