Sarah Scazzi, zio Michele insiste: ''Io unico assassino''

Sarah Scazzi, zio Michele insiste: ''Io unico assassino''

Sarah Scazzi, zio Michele insiste: ''Io unico assassino''

TARANTO - Guarda i film di Celentano e di Bruce Lee per distrarsi. Michele Misseri, tornato in libertà dopo circa otto mesi di prigionia per l'omicidio della nipote Sarah Scazzi, non si dà pace, ribadendo in un'intervista in esclusiva rilasciata al settimanale "Oggi" di esser l'unico responsabile dell'omicidio commesso il 26 agosto dello scorso anno e che la figlia Sabrina e la moglie Cosima Serrano non c'entrano nulla: "se no liberano mia moglie e mia figlia mi ammazzo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Misseri ha detto di non riuscire a dormire da quando è stato scarcerato. "Alle cinque di mattina sono già nei campi, ma alle undici torno a casa: dopo otto mesi di prigione non riesco più a lavorare tanto". Inoltre, ha aggiunto, "devo rassicurare mia figlia Valentina, che ha paura che un pazzo mi faccia del male". Il contadino di Avetrana ha poi detto che i turisti "danno più fastidio dei cronisti": "pensano che la villetta sia uno zoo e io un monumento".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -