Sarah Scazzi, zio Michele prosciolto dall'accusa di omicidio

Sarah Scazzi, zio Michele prosciolto dall'accusa di omicidio

Sarah Scazzi, zio Michele prosciolto dall'accusa di omicidio

TARANTO - Il gip di Taranto, Martino Rosati, ha reso noto che Michele Misseri è stato prosciolto dall'accusa di aver ucciso il 26 agosto dello scorso anno la nipote quindicenne Sarah Scazzi. Il contadino di Avetrana è accusato di soppressione di cadavere in concorso insieme con il fratello Carmine Misseri e il nipote Cosimo Cosma. Della stessa accusa dovranno rispondere anche la moglie e la figlia di "zio Michele", Cosima Serrano e Sabrina Misseri, in carcere.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Entrambe sono ritenute dall'accusa le responsabili di omicidio e del sequestro della parente. Rra stata la stessa procura della Repubblica di Taranto a chiedere l'archiviazione del reato di omicidio per Michele Misseri, depositando sul tavolo di Rosati la richiesta alla fine di luglio in contemporanea con quella, consegnata al giudice dell'udienza preliminare Pompeo Carriere, di rinvio a giudizio per 13 imputati. La sorte di questi imputati nel procedimento non è stata ancora decisa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -