Sarah Scazzi, zio Misseri sta parlando davanti al gip

Sarah Scazzi, zio Misseri sta parlando davanti al gip

Sarah Scazzi, zio Misseri sta parlando davanti al gip

AVETRANA - E' il giorno dell'incidente probatorio di Michele Misseri, l'agricoltore di 57 anni in carcere dal 7 ottobre scorso per la morte della nipotina Sarah Scazzi. L'uomo sta in questo momento rispondendo alle domande del gip Martino Rosati. Prima di entrare nel carcere di Taranto, l'avvocato che difende Misseri, Daniele Galoppa, ha auspicato che il suo assistito confessasse tutto quello che c'era da dire, aspettandosi quindi "la verità definitiva".

 

Ha parlato a News Mediaset anche la madre di Sarah, Concetta Serrano Spagnolo: "Se sa la verità spero che la dica". Nell'ultima confessione del 5 novembre scorso, Misseri aveva fatto addossare tutte le responsabilità dell'omicidio della quindicenne alla figlia Sabrina. La giovane estetista di 22 anni si trova detenuta dal 15 ottobre con l'accusa di sequestro di persona e concorso in omicidio col padre.

 

All'interrogatorio sono presenti il procuratore di Taranto Franco Sebastio, il procuratore aggiunto, Pietro Argentino e il sostituito procuratore Mariano Buccoliero. Per la difesa di Michele Misseri, oltre all'avvocato Daniele Galoppa, è presente anche la criminologa e consulente di parte Roberta Buzzone.

 

Per la difesa di Sabrina Misseri, che è presente all'interrogatorio pur non potendo interloquire, ci sono gli avvocati Francesca Conte ed Emilia Velletri e la criminologa Cinzia Gimelli. Ci sono anche i rappresentanti della famiglia Scazzi, gli avvocati Walter Biscotti, Nicodemo Gentile e Antonio Cozza e i consulenti di parte Luciano Garofalo, ex comandante del Ris di Parma e lo psichiatra Massimo Picozzi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -