Sarah Scazzi, ''sogno'' del fioraio: indagati i cognati

Sarah Scazzi, ''sogno'' del fioraio: indagati i cognati

Sarah Scazzi, ''sogno'' del fioraio: indagati i cognati

TARANTO - E' slittata al 7 luglio la camera di consiglio sulle accuse di sequestro di persona rivolte a Cosima Serrano e sua figlia Sabrina Misseri, entrambe detenute per l'omicidio di Sarah Scazzi. La contestazione del capo d'imputazione scaturisce dal racconto del fioraio Giovanni Buccolieri. L'uomo ha rivelato agli investigatori di aver visto Cosima di imporre alla nipote di salire nella sua auto pochi minuti prima che la quindicenne venisse strangolata nella villa di via Deledda.

 

Il fioraio aveva spiegato che nella vettura, una "Opel Astra", c'era un'altra donna, forse Sabrina, ma alla fine aveva precisato di aver soltanto sognato quella scena. I pm sono convinti che lui abbia realmente assistito a quell'episodio. Nel frattempo i magistrati hanno indagato i cognati del fioraio con l'accusa di favoreggiamento personale. In pratica si sarebbero messi d'accordo mentre attendevano di essere sentiti dagli inquirenti sulla versione da fornire.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -