Savignano: boxe, una grande sfida attende "Il giaguaro"

Savignano: boxe, una grande sfida attende "Il giaguaro"

SAVIGNANO - Una grande sfida attende Matteo "Il Giaguaro" Signani, una di quelle sfide che rendono il pugilato uno sport così affascinante.

 

 Nell'ottobre 2008 il peso medio romagnolo della Boxe Cavallari disputò il titolo italiano della categoria contro Gaetano Nespro al Seven Sporting Club di Savignano sul Rubicone, a meno di duecento metri da casa sua. Tutto il paese accorse in massa per tifare il proprio campione, ma non ostante il supporto da brividi (o forse proprio per la pressione) Matteo, pur dando tutto, non riuscì ad esprimere il meglio di sé: Nespro è pugile esperto, veloce, preciso, maestro del ‘tocca e scappa', e Signani non riuscì mai a venirne a capo e a far valere la propria maggiore potenza. Il verdetto dei giudici riassegnò giustamente la cintura al napoletano.

 

 Ora, venerdì 29 gennaio, quasi un anno e mezzo dopo, Cavallari insieme al Comune di Savignano sul Rubicone regala a Matteo l'incredibile opportunità: contro lo stesso avversario, sullo stesso ring, davanti allo stesso pubblico, con la stessa cintura in palio. Trattandosi di una rivincita, la pressione forse sarà addirittura doppia: può trasformarsi in un "incubo" (sportivamente parlando), ma se convogliata positivamente potrà dare a Signani la giusta carica per scacciarli una volta per tutte, gli "incubi". Il ring darà il suo verdetto. In ogni caso sarà una festa di sport, con un ricchissimo sottoclou prima del titolo: cinque match dilettantistici di alto livello e due professionistici.

 

 30 anni, savignanese doc, di professione (oltre che pugile) guardia costiera alla Capitaneria di porto di Rimini, Matteo Signani si dice fiducioso: "Sono al 100 per cento, carico a molla, ma visto il precedente non voglio fare troppe dichiarazioni, voglio che a parlare siano i fatti". Signani nel frattempo ha cambiato allenatore, passando alla guida tecnica di Marco Giunchi di Cesenatico; a inizio gennaio è stato una settimana a Nizza per allenarsi nientemeno che con Cristophe Canclaux, una leggenda del pugilato transalpino: "E' stata un'esperienza esaltante, e spero molto utile. L'altra volta mi sono presentato sul ring un po' bloccato, a causa dell'inesperienza e dell'emozione. Questa volta mi sento preparato per vincere e per superare tutti gli ostacoli, vedrò di prendermi anche gli interessi. Nespro è molto forte, sfrutta la velocità e il gioco di gambe, tira due o tre colpi poi scappa via. Vedrò di tenerlo pressato dall'inizio alla fine e di far valere il mio pugno che è ben più pesante".

 

 E' d'accordo il suo manager Sergio Cavallari: "Matteo ha tutte le qualità per vincere, ma psicologicamente ci deve credere. Deve fare ovviamente un match diverso dall'altra volta, quando era troppo distratto. Allora subì la personalità e la boxe dell'avversario, adesso dovrà essere lui a comandare. Speriamo che abbia imparato la lezione".

 

 Ricco anche il sottoclou, a partire dai cinque match dilettanti che vedranno impegnati altrettanti atleti dell'Associazione pugilistica "Vasco De Paoli" di Sant'Arcangelo di Romagna. Di rilievo il match tra i supermassimi Vasylyev e Baldoncini (terzo agli ultimi italiani assoluti), la rivincita tra i piuma Lugaresi e Grillo (quinto nelle classifiche italiane, vinse la prima sfida con verdetto non unanime), e l'incontro tra i welter prima serie Muccioli (altro savignanese doc) e Perugini (campione italiano 2009 dei leggeri junior).

 Due gli incontri professionistici prima del titolo, un test importante sulle sei riprese per due pugili interessanti di Cavallari. L'imbattuto peso gallo romagnolo Pio Antonio Nettuno se la vedrà con lo slovacco Rafael, il welter milanese Gianluca Frezza affronterà l'ungherese Sandor. "Nettuno _ dice Cavallari _ è un pugile solido e con molta volontà. Nella sua categoria sono tra l'altro in pochi: se continua su questa strada avrà senz'altro in futuro delle chance importanti. Anche Frezza ha una volontà di ferro: è un atleta serio, un fighter vero, un ragazzo su cui puntare. Nel recente match con Langella sembrava spacciato, ma ha dimostrato che l'uomo c'è. Avrà senz'altro altre opportunità".

 

 

PROGRAMMA

Organizzazione: Boxe Cavallari in collaborazione con Comune di Savignano sul Rubicone e con il patrocinio della Regione Emilia Romagna e della provincia di Forlì-Cesena

Dove: palazzetto Seven Sporting Club (via della Resistenza 31, savignano sul Rubicone, FC)

Quando: Venerdì 29 gennaio 2010, inizio ore 19 dilettanti, titolo ore 22.30

Ingresso: unico 12 euro (10 euro in prevendita presso Seven Sporting Club)

Tv: titolo in diretta su RaiSportPiù 22.20

Peso: Giovedì 28 alle ore 18 nella Sala Galeffi del Comune di Savignano (pza Borghesi 9, secondo piano)

DILETTANTI:

·       Cadetti piuma 3x2': Marco Dia (Vasco De Paoli, 1995, debutto) vs Alessandro Ferretti (Boxe Tricolore Re, 1994, 1=)

·       Superwelter III serie 4x2': Andy Dyrmyshi (Vasco De Paoli, 1989, 4+ 2=) vs Marco Nardoni (Nike Fermo, 1985, 2+ 2= 6-)

·       Supermassimi II serie 3x3': Serhgey Vasylyev (Vasco De Paoli, 1982, 9+ 3= 1-) vs Ettore Baldoncini (Nike Fermo, 1984, 9+ 1= 3-)

·       Piuma II serie 3x3': Filippo Lugaresi (Vasco De Paoli, 1986, 16+ 3= 14-) vs Giorgio Grillo (Nike Fermo, 1976, 23+ 5= 13-)

·       Welter I serie 3x3': Marco Muccioli (Vasco De Paoli, 1976, 40+ 10= 17-) vs Marvin Perugini (Vasco De Paoli, 1990, 38+ 7= 10-)

 

PROFESSIONISTI:

·       Gallo 6x3': Pio Antonio Nettuno (Boxe Cavallari, 1985, 3+ 1ko) vs Elemir Rafael (Slovacchia, 1985, 6+ 1= 33- 13ko)

·       Welter 6x3': Gianluca Frezza (Boxe Cavallari, 1980, 5+ 3ko 1-) vs Bela Sandor (Ungheria, 1973, 11+ 5ko 4= 66- 20ko)

·       Medi 10x3', valevole per il Titolo Italiano: Gaetano Nespro (Campione, Boxe Cotena&Zurlo, 1980, 15+ 2ko 5- 2ko) vs Matteo Signani (Sfidante, Boxe Cavallari, 1979, 8+ 3ko 1= 3-)

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -