Savignano, in Comune si beve "l'acqua del sindaco"

Savignano, in Comune si beve "l'acqua del sindaco"

SAVIGNANO - Il Comune di Savignano sul Rubicone ha installato le "refrigerette", ovvero erogatori di acqua del rubinetto ad uso interno e pubblico.

 

Si tratta di 3 erogatori, uno per ogni piano del Palazzo Municipale, collegati all'acquedotto che offrono l'acqua pubblica con le medesime, se non superiori, garanzie di qualità dell'acqua minerale ma a condizioni di maggiore economicità e con minori consumi in termini di smaltimento.

Le 3 macchinette sono state fornite da Hera unitamente a 60 borraccine con le quali i dipendenti potranno prelevare l'acqua potabile e 12 caraffe per l'uso in consiglio comunale - unitamente ai bicchieri usa e getta - e per le riunioni di lavoro.

 

Il costo di 1,166,40 all'anno IVA compresa consente di realizzare un risparmio di circa 500 euro all'anno oltre che un minore inquinamento in termini di smaltimento.

 

In precedenza infatti l'acqua veniva fornita tramite bottiglie di minerale in vetro (con conseguenti incombenze si stoccaggio e smaltimento dei vuoti) per l'uso dei consigli comunali e delle riunioni di lavoro e di 3 "Goccioni" da otto litri acquistati presso il privato.

 

L'installazione delle refrigerette non ha solo un obiettivo di contenimento dei costi ma attua quella attenzione alle buone pratiche per la tutela dell'ambiente, secondo gli indirizzi del Consiglio Comunale del 21/12/2009 che aveva approvato un ordine del giorno sul "riconoscimento dell'acqua come bene comune e del servizio idrico integrato come servizio privo di rilevanza economica" andando nella direzione della tutela dell'acqua e, tra le altre cose, impegnando il Sindaco e la Giunta nella "promozione dell'acqua dell'acquedotto per usi idropotabili, a cominciare dalla Sala del Consiglio Comunale, dagli uffici e dalle strutture comunali (...)".

 

"Aspettiamo di verificare se, dopo un primo periodo, l'uso delle borraccine per i dipendenti ci consentirà anche un risparmio sui bicchieri di plastica usa e getta come auspichiamo che avvenga" spiega l'Assessore all'Ambiente Matteo Tosi. "In ogni caso vorremmo contribuire ad una maggiore consapevolezza del valore e dell'importanza di questo bene che è l'acqua, nello stile dell'essenzialità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -