SAVIGNANO - Nuova ambulanza per il 118 grazie alla Bcc di Gatteo

SAVIGNANO - Nuova ambulanza per il 118 grazie alla Bcc di Gatteo

SAVIGNANO - Dallo scorso mese di Febbraio, il 118 di Savignano può contare su una nuova ambulanza. Questo importante intervento offre una risposta concreta alle esigenze di pronto soccorso avvertite nel territorio del Rubicone ed è stato possibile realizzarlo grazie al rapporto di collaborazione in essere fra la Croce Rossa Italiana sezione di Cesenatico e la BCC di Gatteo, che insieme hanno realizzato altri importanti progetti come la dotazione di un natante di soccorso che sarà utilizzato in mare per l’ormai imminente stagione estiva.


La CRI di Cesenatico, con i suoi 370 associati e 170 volontari coordinati dal Presidente Gildo Casali, ha la copertura anche della zona del Rubicone ed ha inteso potenziare il 118 di Savignano con questa nuova ambulanza di categoria A, vale a dire la più equipaggiata, con a bordo il ventilatore polmonare e il defibrillatore, quest’ultimo donato dal Comitato Il Frantoio di Longiano.


“Una collaborazione che produce risultati concreti – ha affermato il Presidente della BCC di Gatteo Dott. Gabriele Galassi in occasione della consegna ufficiale – un importante sostegno a favore di una associazione come la CRI che ha personale, volontari e mezzi che sono di straordinaria, a volte di vitale importanza per la collettività”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La CRI, sia a livello nazionale sia a livello locale, è una organizzazione efficiente e strutturata con una forte componente di volontariato. Al suo interno vi è il VDS, il gruppo dei volontari di soccorso, che sono adibiti al servizio di trasporto e pronto intervento; il Comitato Femminile che assolve principalmente al compito di assistenza socio-sanitaria soprattutto nei confronti delle categorie più a rischio (immigrati, tossicodipendenti, carcerati). Il gruppo dei Pionieri è invece costituito dai ragazzi di età compresa fra i 14 e 25 anni e svolge attività di assistenza nei confronti delle categorie più deboli come bambini ed anziani. Infine a livello nazionale vi è anche il Corpo Militare della CRI che svolge attività di soccorso sanitario in caso di calamità naturali in collaborazione con la Protezione Civile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -