Savignano, prima lo derubano. Poi tentano di truffarlo

Savignano, prima lo derubano. Poi tentano di truffarlo

Savignano, prima lo derubano. Poi tentano di truffarlo

SAVIGNANO - Martedì mattina amaro per un sammaurese. Ignoti hanno mandato in frantumi il vetro anteriore della sua "Audi Q7" per prender un marsupio contenente assegni in bianco, bancomat, documenti e 800 euro in contanti. L'episodio si è consumato nei pressi di un caccia e pesca di Savignano. Poco dopo il furto, qualcuno ha contattato l'abitazione del derubato qualificandosi come carabiniere di Santarcangelo. A rispondere è stata la moglie della vittima.

 

Il 'militare' non trovando l'uomo, ha chiesto il numero di cellulare per spiegargli poi che erano stati presi due extracomunitari mentre stavano armeggiando con il suo bancomat. Tuttavia il malcapitato non è cascato al tranello, decidendo di bloccare la carta. Infatti si è poi scoperto che chi era al telefono era tutt'altro che un militare dell'Arma. I ladri-truffatori hanno poi inviato presso il comando dei Carabinieri di Rimini i documenti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -