Sbarca la pillola sicura contro l'obesità

Sbarca la pillola sicura contro l'obesità

Sbarca un nuovo farmaco contro l'obesità che funzionerebbe come le medicine anoressizzanti di vecchia generazione, ritirate dal commercio perchè pericolose per la psiche, ma sarebbe privo degli effetti collaterali di queste ultime. La scoperta è ad opera di un team di scienziati italiani coordinati da Uberto Pagotto, endocrinologo dell'Università di Bologna.

 

Gli studiosi hanno appurato attraverso topi da laboratorio che spegnendo i recettori dei cannabinoidi CB1, il bersaglio di farmaci anoressizanti come Rimonabant (rimosso dal commercio nel 2008 dalle autorità regolatorie Usa e Europee AIFA e EMEA), solo negli organi periferici (come muscoli e pancreas per esempio), ma non nel cervello, il dimagrimento avviene ugualmente ma senza effetti collaterali.

 

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Cell metabolism. I ricercatori hanno verificato che per dimagrire non occorre un farmaco che riduca l'appetito ma basta uno che agisca sul metabolismo energetico, inducendo a bruciare più calorie.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -