Scandalo bancario, gli arrestati verso la libertà

Scandalo bancario, gli arrestati verso la libertà

FORLI’ – Nonostante il silenzio che ha contraddistinto gli interrogatori di Stefano Ercolani e Barbara Tabarrini, rispettivamente presidente e direttore generale dell’Asset Bank di San Marino, il pm Fabio di Vizio, titolare dell’indagine “Re Nero”, avrebbe dato parere positivo alla liberazione di tutti gli indagati ancora agli arresti domiciliari. Pur rimanendo intatto il pesante quadro indiziario, non sussisterebbero più le particolari esigenze cautelari.


Non c’è quindi più il pericolo d’inquinamento delle prove, quelle necessarie sarebbero già state acquisite, di fuga o di reiterazione del reato. Nel frattempo è entrato in scena un nuovo personaggio, il riminese Luigi Valentini, a capo di un impero del mobile da 300 milioni di euro.


Mercoledì è stato lui stesso ad accompagnare Tonino Castellani, suo uomo di fiducia ed ora presidente dell’Asset al posto di Stefano Ercolani, all’interrogatorio a cui è stato sottoposto ieri come persona informata sui fatti. Ma Valentini dovrà tornare in Procura, come lui stesso ha affermato, per essere a sua volta sentito.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -