Scatta processo Abu Omar, due funzionari sismi chiedono le porte chiuse

Scatta processo Abu Omar, due funzionari sismi chiedono le porte chiuse

Milano - Il processo avviato questa mattina a Milano nei confronti di 21 agenti Cia e alcuni ex funzionari del Sismi, tra i quali l'ex direttore Nicolo' Pollari e l'ex capo dipartimento Marco Mancini, accusati di concorso nel sequestro dell'ex imam milanese Abu Omar "deve essere celebrato a porte chiuse per garantirne la sicurezza".

E' questa una delle prime richieste formulata dalle difese di due ex funzionari dei servizi segreti militari, Giuseppe Ciorra e Raffaele Di Troia, davanti al giudice monocratico Oscar Magi, il quale si è riunito in camera di consiglio per decidere su tale istanza alla quale si è opposta la procura e anche la difesa di un altro ex funzionario del Sismi, Marco Mancini.

La difesa di Abu Omar ha chiesto di costituirsi come parte civile del processo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -