Sciagura a Palermo, ex operaio Fiat depresso uccide la moglie. Poi si suicidia

Sciagura a Palermo, ex operaio Fiat depresso uccide la moglie. Poi si suicidia

Sciagura a Palermo, ex operaio Fiat depresso uccide la moglie. Poi si suicidia

Sciagura nel Palermitano. Un ex operaio della Fiat di Termini Imerese, Agostino Bova, 56 anni, ha ucciso a colpi d'arma da fuoco la moglie, la 51enne Margherita Crollo, e ferito la figlia Ornella, 30 anni. L'uomo era stato licenziato dall'azienda del Lingotto dopo aver che era stato scoperto utilizzare il badge di un altro dipendente malato per andare a mensa. Il provvedimento disciplinare l'ha distrutto economicamente, ma soprattutto moralmente.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovedì il raptus di follia. Bova ha afferrato una "beretta", ed ha sparato contro la moglie, che soffriva di depressione, assassinandola sul colpo. Quindi ha inseguito la figlia lungo il corridoio e le ha sparato. Convinto di aver ucciso anche lei, si è puntato contro l'arma e si è tolto la vita. La figlia è ricoverata all'ospedale Civico. Non versa in pericolo di vita anche se i medici si sono riservati la prognosi. La degente sarà ascoltata dalle forze dell'ordine per chiarire cosa sia accaduto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -