Sciopero benzinai, il governo cerca l'accordo

Sciopero benzinai, il governo cerca l'accordo

Sciopero benzinai, il governo cerca l'accordo

ROMA - Il governo si gioca le ultime carte per scongiurare lo sciopero indetto dai benzinai per la ventilata ristrutturazione della rete di distribuzione dei carburanti annunciata dall'esecutivo. I distributori chiuderanno nella viabilità autostradale dalle 22 di martedì alle 22 di venerdì 17 settembre e sulla viabilità ordinaria dalle 7.30 di mercoledì 15 alle 7 di sabato 18 settembre. Martedì pomeriggio il sottosegretario Stefano Scalia incontrerà i gestori degli impianti per trattare.

 

Al tavolo parteciperanno anche gli esponenti di Faib-Confesercenti, Fegica e Figisc-Confcommercio. E alla vigilia della serrata la verde torna a un passo da 1,4 euro. Nell'attesa ad automobilisti e motociclisti converrà fare il pieno, anche se martedì sono scattati nuovi rincari anche negli impianti della Shell, che hanno portato la verde ad un massimo di 1,399 euro e il gasolio a 1,274.

 

Gli aumenti hanno fatto insospettire le associazioni dei consumatori: lo sciopero, osservano polemicamente Adusbef e Federconsumatori, "non solo comporterà gravi disservizi per i cittadini, ma determinerà anche ricadute speculative, come sempre accade, in vista della chiusura degli impianti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -