Sciopero personale sede Rai regionale, Muzzarelli incontra delegazione lavoratori e sindacati

Sciopero personale sede Rai regionale, Muzzarelli incontra delegazione lavoratori e sindacati

«Un servizio pubblico radiotelevisivo di qualità e veramente al servizio dei cittadini, è importante anche per valorizzare il territorio, tanto più in un'ottica di federalismo». Lo ha sottolineato l'assessore regionale alle Attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli, incontrando i rappresentanti delle organizzazioni sindacali territoriali della comunicazione, che gli hanno espresso preoccupazione per le strategie dell'azienda Rai. Preoccupazioni, in particolare, per la chiusura del settore "ponti mobili", per il ridimensionamento delle squadre esterne di Bologna e le carenze organizzative che hanno portato tra l'altro alla recente soppressione di una rubrica settimanale dedicata all'agricoltura. 


«L'abbandono di una rubrica dedicata all'agricoltura - ha sottolineato Muzzarelli - proprio in quell'Emilia-Romagna capitale dell'enogastronomia, dei prodotti Dop, delle eccellenze alimentari, va in controtendenza rispetto a quello che dovrebbe essere l'obiettivo di un'azienda come la Rai ovvero quello di valorizzare le più importanti caratteristiche ambientali, culturali, economiche di un territorio». 


Inoltre ha ricordato l'assessore Muzzarelli che, «l'imminente passaggio al digitale terrestre di tutte le province dell'Emilia-Romagna, richiede servizi adeguati, sia in termini infrastrutturali come il segnale visibile in ogni punto della regione, che di produzioni. Per questo, scriveremo alla dirigenza Rai chiedendo una programmazione che tenga nel dovuto conto Bologna e l'Emilia-Romagna, superando una strategia di duopolio Roma-Milano che non risponde né alla logica né alla storia e geografia del Paese».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -