Sclerosi multipla: dalle cellule staminali una nuova cura

Sclerosi multipla: dalle cellule staminali una nuova cura

Sclerosi multipla: dalle cellule staminali una nuova cura

Una sperimentazione unica al mondo che arriva dall'Italia. Si tratta di una terapia per combattere la sclerosi multipla, che per la prima volta verrà testata sull'uomo. Questa terapia, che arriva dall'Italia coinvolgendo circa una ventina di Paesi, è basata sull'utilizzo delle cellule staminali del midollo. E' stata presentata a Roma, in occasione della Giornata mondiale sulla sclerosi multipla.

 

Questa sperimentazione è coordinata per l'Europa da Antonio Uccelli, del dipartimento di Neurologia dell'università di Genova e per il Nord America dal canadese Mark Friedman, dell'università di Ottawa. La terapia viene sperimentata su 150 pazienti malati, ma non in fase avanzata, per i quali le tradizionali cure non hanno dato risultati.

 

Secondo i ricercatori le cellule mesenchimali modulano la reazione autoimmune con cui il sistema immunitario attacca se stesso ed allo stesso tempo rilasciano fattori che proteggono le cellule nervose e ne facilitano la sopravvivenza.

 

Si conferma così il ruolo di guida dell'Aism nella ricerca internazionale sulla sclerosi multipla, che è fra le quattro associazioni che nel mondo finanziano per l'85% la ricerca, dopo Stati Uniti, Canada e Gran Bretagna.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -