Scontri in Valsusa, arrestati 26 No Tav

E' di 26 arresti il bilancio di un'operazione svolta dalle forze dell'ordine contro l'ala antagonista del movimento No Tav. La magistratura ha dunque presentato il conto per i violenti scontri del 3 luglio a Chiomonte

(© TM News Infophoto)

E' di 26 arresti il bilancio di un'operazione svolta dalle forze dell'ordine contro l'ala antagonista del movimento No Tav. La magistratura ha dunque presentato il conto per i violenti scontri del 3 luglio a Chiomonte, in Val di Susa, quando centinaia di militanti No Tav assalirono le forze dell’ordine che presidiavano il cantiere dell’Alta velocità Torino-Lione. Negli scontri rimasero feriti 2000 agenti. Le accuse sono di resistenza, violenza, lesioni, danneggiamento aggravati in concorso.

Gli arresti sono stati effettuati non solo a Torino e in Val Susa ma anche Asti, Milano, Trento, Palermo, Roma, Padova, Genova, Pistoia, Cremona, Macerata,Biella, Bergamo, Parma e Modena. Un arresto è stato fatto in Francia. Sono stati notificate anche 15 misure di obbligo di dimora e una misura di divieto di dimora nella provincia di Torino. Tra gli arrestati anche l'ex brigatista Paolo Maurizio Ferrari.  Le ordinanze sono state emesse dal Gip di Torino, Federica Bompieri, su richiesta del procuratore aggiunto Andrea Beconi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -